Onde d’urto: cosa sono e applicazioni mediche

  • Team Move 

Le onde d’urto rappresentano fenomeni fisici che si manifestano quando un oggetto si sposta attraverso un mezzo a una velocità superiore alla sua capacità di adattamento, generando un accumulo di energia liberata sotto forma di onda di pressione.

onde d’urto

Onde d’urto in campo medico

Le onde d’urto trovano ampio utilizzo nel trattamento di lesioni muscolo-scheletriche, quali tendiniti, fasciti plantari, epicondilite e lesioni dei tessuti molli. Queste onde contribuiscono a ridurre il dolore, favorire la guarigione dei tessuti danneggiati e migliorare la funzionalità dell’area trattata.

In campo vascolare, le onde d’urto sono impiegate per affrontare l’insufficienza arteriosa periferica, migliorando il flusso sanguigno nelle zone colpite e conseguentemente riducendo il dolore, aumentando la qualità di vita dei pazienti.

In aggiunta, le onde d’urto favoriscono la rigenerazione tissutale, trovando applicazione nel trattamento di ferite croniche, ulcere da pressione e fratture ossee non unite.

Nel settore estetico, le onde d’urto sono utilizzate per contrastare cellulite, smagliature e per promuovere il dimagrimento localizzato, grazie alla loro capacità di rompere depositi di grasso, migliorando così l’aspetto della pelle.

Le onde d’urto rappresentano uno strumento terapeutico versatile ed efficace, ideale per un’ampia gamma di disturbi e patologie. Grazie alla loro capacità di promuovere la guarigione, ridurre il dolore e migliorare la funzionalità, le onde d’urto si confermano come un’opzione terapeutica valida e consolidata.

Utilizzo delle onde d’urto in campo riabilitativo

Le onde d’urto stanno guadagnando sempre più terreno nel campo riabilitativo per affrontare varie patologie muscolo-scheletriche. Questa terapia non invasiva sta ottenendo crescente popolarità grazie ai suoi molteplici benefici nel ridurre il dolore e accelerare il recupero.

Funzionando tramite impulsi acustici ad alta energia diretti verso l’area trattata, le onde d’urto stimolano il metabolismo cellulare, migliorando la circolazione sanguigna e aumentando la produzione di collagene. Questo processo contribuisce a ridurre il dolore, accelerare il recupero e migliorare la funzionalità articolare e muscolare.

Le onde d’urto sono utilizzate per trattare diverse condizioni, inclusi tendinopatie, fascite plantare, spalla congelata, epicondilite, lesioni muscolo-scheletriche e osteoartrite, specialmente per pazienti non responsivi a terapie tradizionali come fisioterapia, farmaci antidolorifici o infiltrazioni.

Il trattamento a onde d’urto richiede solitamente diverse sedute e i risultati possono variare da individuo a individuo. Tuttavia, molti pazienti riportano un notevole miglioramento dei sintomi dopo aver completato il ciclo di trattamento.

Effetti biologici delle onde d’urto

Gli effetti delle onde d’urto sui tessuti dipendono principalmente dall’energia e dall’intensità utilizzate. Le onde ad alta energia possono causare danni diretti ai tessuti, mentre quelle a bassa energia possono attivare processi biologici che favoriscono la guarigione e la rigenerazione.

Nel trattamento delle tendinopatie croniche, come la tendinite rotulea o d’Achille, le onde d’urto possono aumentare la produzione di fattori di crescita e stimolare la formazione di nuovi vasi sanguigni, accelerando la guarigione.

Nel tessuto osseo, stimolano la formazione di nuove cellule ossee, facilitando la rigenerazione delle fratture non guarite, rendendole promettenti nel trattamento delle fratture non complicate o da stress.

Per quanto riguarda il tessuto connettivo, come la pelle, le onde d’urto possono aumentare la produzione di collagene, migliorando l’elasticità e riducendo le rughe. Sono utilizzate anche nel trattamento della cellulite e delle cicatrici.

La corretta scelta dei parametri di trattamento, come energia, intensità e frequenza, è cruciale per ottenere risultati ottimali e prevenire effetti collaterali. Il trattamento deve essere eseguito da personale esperto con dispositivi sicuri e certificati. È importante seguire le indicazioni del medico e sottoporsi a controlli regolari per monitorare l’efficacia del trattamento e valutare eventuali cambiamenti nei tessuti trattati.

Tipologie di onde d’urto

In ambito riabilitativo, sono impiegati diversi tipi di onde d’urto, ciascuno con specifiche caratteristiche e applicazioni.
Ecco una panoramica dei principali tipi di onde d’urto utilizzati:

  • Onde d’urto radiali: Queste onde si propagano radialmente dal punto di applicazione ed è comune utilizzarle per trattare patologie muscolo-scheletriche come tendiniti, borsiti e dolori muscolari. Favoriscono la rigenerazione dei tessuti, migliorano il flusso sanguigno e riducono l’infiammazione.
  • Onde d’urto focali: Concentrate su un’area specifica del corpo, sono efficaci nel trattamento di patologie croniche come la fascite plantare, l’epicondilite e le calcificazioni tendinee. Agendo direttamente sulle zone colpite, stimolano la riparazione dei tessuti danneggiati e riducono il dolore.
  • Onde d’urto a bassa intensità: Principalmente utilizzate per condizioni muscolo-scheletriche croniche come l’osteoartrosi e la fibromialgia, favoriscono la rigenerazione dei tessuti, aumentando la produzione di collagene e riducendo l’infiammazione.
  • Onde d’urto extracorporee: Generate al di fuori del corpo, vengono indirizzate verso l’area da trattare. Sono impiegate per patologie muscolari e articolari gravi come fratture non consolidate e calcificazioni ossee, penetrando in profondità nei tessuti, stimolando la rigenerazione e accelerando il processo di guarigione.

Conclusione

Le onde d’urto sono un potente strumento terapeutico nel campo della riabilitazione, efficaci nel favorire la guarigione dei tessuti danneggiati e nel ridurre il dolore in modo non invasivo. La selezione del tipo di onde d’urto da impiegare dipende dalla natura della patologia e dalle necessità individuali del paziente.

Potrebbe interessarti anche questo articolo: “PRP: Cos’è e a cosa serve

Condividi se ti è stato utile questo contenuto!

Sei pronto a prenderti cura di te stesso?

Iscriviti alla nostra newsletter per ricevere il 20% di sconto sul primo trattamento.